Tristezza

...Ovvero: come sopravvivere alla convivenza, regole e consigli utili e indispensabili!
dxxx
Messaggi: 364
Iscritto il: 12/11/2010, 11:41
Località: Pisa (PI)

Re: Tristezza

Messaggio da dxxx » 16/11/2012, 10:11

Ciao!
skydarx ha scritto:Allora, caro Tiziano, il tuo messaggio è piuttosto confuso, tuttavia, se non ho capito male, sei con una donna che aveva già due figli e con lei ne hai fatto un terzo. Inoltre hai con lei un rapporto tendenzialmente conflittuale.
Non è il caso di far finta di niente o di cullare alcuna illusione, perché in una situazione del genere il tuo rapporto non ha un futuro. Non almeno un futuro accettabile. Perciò è tempo di scelte anche drammatiche, se si vuole, ma necessarie. Se fossi in te, dato che dici di tenere molto a tua figlia, e ciò è una cosa bellissima, me ne andrei via da li, al più presto possibile. Tieni presente che i figli sono piccoli una volta solo, quando sono grandi, i genitori raccoglieranno ciò che hanno seminato, nel bene e nel male. Decidi, o quanto meno decidi per il male minore!!!
Sono d'accordissimo con Skydark!!!!
Anche io mi farei coraggio dicendo a me stesso: cosa vale di più per me? E sicuramente la risposta sarà: "Mia figlia!"
E' ovvio. E allora tutto ti sarà più chiaro, magari l'amore per la compagna capirai che forse altro non era gioia di far sesso trasformato in un "voler bene", una parentesi gioiosa ma sbagliata nei fondamentali.
E i fondamentali della tua vita sono costituiti da tua figlia ed l tuo amore per lei. perché tu tra dieci anni ti volti indietro e dica a lei e te stesso: "mi sono sacrificato, ho fatto una scelta dura ma questo è quello che abbiamo. Stiamo bene, insieme, sei bellissima figlia mia e ti amo da morire"

Ecco, questo è quello che penso.




antonio
Messaggi: 11
Iscritto il: 13/11/2012, 11:26

Re: Tristezza

Messaggio da antonio » 16/11/2012, 16:42

scusami Tiziano, ma la tua compagna cosa ne pensa di tutto questo? Voglio dire: lei, certamente, è conscia del disagio che tu provi, del fatto che non ti senti amato da lei e che consideri i suoi figli come un ostacolo al quieto vivere. Suppongo che anche lei abbia a cuore il benessere della propria figlia piccola, altrimenti non sarebbe una madre degna! Non si potrebbe cercare d'intervenire sull'educazione dei suoi figli? Io non so quanto siano "selvaggi", ma è proprio così impossibile recuperarli? Insomma, se è vero che lei non prova più gli stessi sentimenti nei tuoi confronti, allora amen...pensa al bene di tua figlia e vai via. Ma se esiste ancora una speranza di stare assieme, e stare assieme bene, val la pena tentare di salvare il salvabile! In bocca al lupo ;)



skydarx
Messaggi: 25
Iscritto il: 22/01/2012, 14:20

Re: Tristezza

Messaggio da skydarx » 16/11/2012, 17:42

Ciao Tiziano,
dato che hai risposto al mio msg, la prima cosa che ho pensato è che tu sia una persona abbastanza responsabile, e che tu ti senta altresì responsabile di tua figlia.
Allora, dato che sono papà da un bel po' e mi interesso anche di psicologia, anche se sono al riguardo un dilettante, ho parlato dell'argomento con mia figlia, che ha invece una certa competenza in materia, poiché ha studiato psicologia dell'età evolutiva, laddove, per età evolutiva, si intendono bambini e ragazzi. Orbene, tieni presente che i bambini non sono persone intellettivamente inferiori agli adulti, anzi, tutt'altro! Loro hanno modalità comunicative diverse dagli adulti, ma percepiscono tutto e interagiscono con l'ambiente che li circonda. Con i bambini è difficile barare! Dalla nascita fino ai tre anni assorbono tutto, come spugne, quindi, salva tua figlia finché sei in tempo. Non aspettare di esercitare il tuo libero arbitrio, potere che tutti abbiamo, ma che più di qualche volta non usiamo a dovere. Smamma da dove sei adesso, assieme a tua figlia, perché più passa il tempo, più sarà difficile rimediare. Ciao, e che la fortuna ti sia amica.



Tiziano
Messaggi: 10
Iscritto il: 29/10/2012, 4:06

Re: Tristezza

Messaggio da Tiziano » 17/11/2012, 20:43

sono fuori....mia figlia con me...io adoro mia moglie,ma mia figlia in quella casa non ci deve crescese..una possibilità gliela devo!!!...io me ne farò una ragione...la vita và avanti(un pò acciaccato ma vado)



intrusa
Messaggi: 224
Iscritto il: 01/06/2011, 14:46
Località: Torino

Re: Tristezza

Messaggio da intrusa » 18/11/2012, 21:17

Grande Tiziano! : Thumbup : Hai fatto a tua figlia un regalo enorme, le hai donato una possibilità! Ti abbraccio forte!




dxxx
Messaggi: 364
Iscritto il: 12/11/2010, 11:41
Località: Pisa (PI)

Re: Tristezza

Messaggio da dxxx » 19/11/2012, 8:04

Bravissimo Tiziano!

Sei un vero uomo!!! Vedrai che tra un po' saprai solo dire a te stesso come sei stato grande!!!!!

ma cosa hai fatto? Sei tornato dai tuoi? Hai trovato un accomodation da solo con tua figlia?



gferlito
Messaggi: 18
Iscritto il: 09/01/2013, 16:31

Re: Tristezza

Messaggio da gferlito » 14/03/2013, 17:49

però scusa, in due anni capisci che non vuoi fare vivere tua figlia così, non parli bene di tua moglie e dici di amarla... ma perchè ti sei sposato? E lo dico anche per difendere tua moglie che è sposata con un uomo che non ha stima di lei... : Sorry! :




Rispondi

Torna a “Io e la mia lei: menage a due”